REM e la transizione energetica sostenibile

Renewable Energy Mediterranean Conference&Exhibition a Ravenna il 14 e 15 marzo

REM  e la transizione energetica sostenibile
09/03/2018 - RAVENNA - “Il percorso di digitalizzazione, ormai in atto anche nel settore dell’oil&gas, sta cambiando radicalmente il modo di lavorare. La gestione dei big data, generati in campo energetico attraverso hub centralizzati e piattaforme in grado di processarli e analizzarli in tempo reale, porterà benefici all’intera filiera: dalle grandi, alle medie e piccole imprese. E sono soprattutto queste ultime a doversi trovare pronte a cogliere i vantaggi fiscali e le positive ricadute qualitative in termini di maggiore efficienza e competitività, da un lato, e di migliore sicurezza, salute e protezione ambientale, dall’altro”. Così Innocenzo Titone, Chairman di REM 2018, presenta l'edizione 2018 di Renewable Energy Mediterranean Conference&Exhibition, in programma al Grand Hotel Mattei di Ravenna il 14 e 15 marzo.

La Conferenza del Mediterraneo dedicata all’energia rinnovabile, con il Patrocinio del Ministero del Ministero dello Sviluppo Economico, si incentrerà sul tema “Focus su Industria 4.0 – Verso una transizione energetica sostenibile”.

La transizione energetica sostenibile non può fare a meno di Industria 4.0. Solo la quarta rivoluzione industriale, ormai avviata e irreversibile, porterà a un radicale cambiamento nella filiera dell’oil&gas che avrà come protagonisti, da una parte, le imprese, e dall’altra, le Università.

I più grandi player dell’industria digitale, le grandi società energetiche, i contractors e il mondo accademico saranno a confronto nell’edizione 2018 di REM, la manifestazione, che si alterna ogni due anni a OMC (Offshore Mediterranean Conference & Exhibition), la più importante vetrina internazionale del Mediterraneo dell’Oil & Gas.

Il convegno si articola in due giorni: nel primo saranno presentati gli incentivi messi a punto dal Ministero dello Sviluppo Economico e le ricadute economiche del Piano nazionale Industria 4.0. Seguiranno le esperienze dei big player e di alcune start up. Nel secondo, si punterà sul ruolo del mondo accademico, con il coinvolgimento delle Università di Bologna, del Politecnico di Milano e e dell’Università della Basilicata.
“Puntiamo molto sulle università quale luogo di ricerca e innovazione, ma anche fucina per giovani imprese. Industria 4.0 – ha ribadito Titone - interessa trasversalmente tutti gli indirizzi di laurea rappresentando una vera rivoluzione culturale. Rem, come Omc, si confermano un’ulteriore opportunità di confronto per studenti e dottorandi con le industrie leader nell'innovazione”.


Porto Ravenna News

Sers
Casadei Ghinassi
Agmar
Consar Ravenna
CSR
Intercontinental
TCR
Romagna Acque
Fiore
Confartigianato Ravenna
Ciclat
Banca Popolare di Ravenna
Columbia Transpost
Spedizionieri internazionali Ravenna
T&C
Secomar
Tramaco
Avvisatore Marittimo
Corship spa
Coface
Exportcoop
Macport
Le Navi - Seaways
Compagnia Portuale Ravenna
Cassa di Risparmio di Ravenna
cmc
Martini Vittorio
CNA Ravenna
Simap
Servizi tecnico-nautici
CNA Imprese