Confindustria difende l'estrazione di gas in Adriatico

"I costi del non fare sono dannosi per la collettività". Stoccata verso alcuni sindaci

Confindustria difende l
20/03/2018 - RAVENNA - Confindustria Romagna prende posizione in favore dell'attività di ricerca di gas in Adriatico.

"In Romagna - spiega infatti una nota dell'associazione presieduta da Paolo Maggioli - ha sede il più importante distretto nazionale di oil&gas, che da decenni convive con le comunità locali e rappresenta uno dei principali comparti produttivi del territorio: ci sono voluti molti anni e una sentenza del Consiglio di Stato per riaffermare la legittimità delle esplorazioni in Adriatico, e il loro impatto sull’economia e l’occupazione, ricordando come tutta l’attività avvenga nel pieno rispetto delle norme e dell’ambiente in cui è integrata. Siamo certi che il progetto “Bianca e Luisella” non farà eccezione".

Le imprese del settore e dell’indotto, le migliaia di lavoratori e le loro famiglie "hanno già sofferto un blocco delle attività che ha aggravato una pesante crisi congiunturale: spiace, ma è doveroso da parte di Confindustria Romagna, ribadire i quanto i costi del non fare siano dannosi per tutta la collettività, soprattutto quando i “no” arrivano da amministratori della cosa pubblica".



Porto Ravenna News

Casadei Ghinassi
Fiore
CNA Imprese
CNA Ravenna
cmc
Avvisatore Marittimo
Exportcoop
Agmar
Macport
Secomar
Intercontinental
Coface
Ciclat
Martini Vittorio
CSR
Columbia Transpost
Sers
Spedizionieri internazionali Ravenna
Banca Popolare di Ravenna
Corship spa
TCR
Compagnia Portuale Ravenna
Tramaco
Cassa di Risparmio di Ravenna
Le Navi - Seaways
Simap
Romagna Acque
Consar Ravenna
Confartigianato Ravenna
T&C
Servizi tecnico-nautici