Porti

ravenna 05 agosto 2019

Primo semestre in crescita: +1,6%

Merci varie aumentate dell’8,7%, stazionari i container

05 agosto 2019 - ravenna - La movimentazione del primo semestre del 2019 è stata pari a 13.334.664 tonnellate di merce, in aumento dell’1,6% rispetto a gennaio-giugno 2018. Il mese di giugno ha visto una crescita pari al 2,4%.
Gli sbarchi e gli imbarchi sono stati, rispettivamente, pari a 11.523.692 (+1,6%) e 1.810.972 (+1,1%) tonnellate.

Analizzando le merci per condizionamento si evince che le merci varie sono aumentate dell’8,7%, le rinfuse solide sono calate dell’1,1%, mentre, per quanto riguarda le rinfuse liquide, i petroliferi sono aumentati del 2,5% e gli alimentari e i chimici, sono calati del 6,6%. Tra le merci unitizzate, quelle su rotabili risultano in calo dell’1,0% e quelle in container sono aumentate dell’1,5%.

L’incremento più consistente si è registrato per i prodotti metallurgici, pari a 3,66 milioni di tonnellate (+10,4% e 343.642 tonnellate in più).
Il comparto agroalimentare (derrate alimentari e prodotti agricoli), con 2.451.340 tonnellate di merce ha registrato un -4,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In particolare, risultano in calo i cereali (-23,5%), le farine (-26,1%) e gli oli vegetali (-8,8%); in significativa crescita, invece, i semi oleosi (+91,1%), in particolare i semi di soia importati dal Brasile e dagli USA.
In lieve diminuzione i materiali da costruzione, pari a oltre 2,54 milioni di tonnellate di prodotti importati; in crescita, invece, dopo diversi mesi di calo, le materie prime per la produzione di ceramiche del distretto di Sassuolo, pari a 2,25 milioni di tonnellate (+2,3%).

Molto buono il dato dei contenitori che nel mese di giugno sono stati 20.976 TEUs, 2.179 in più dello scorso giugno. Complessivamente nei primi sei mesi sono stati movimentati 109.974 TEUs, in diminuzione di 383 TEUs (-0,3%); in particolare i pieni sono stati 2.324 TEUs in più (+2,7%).

Il numero dei trailer è stato pari a 32.319 unità, in calo rispetto allo scorso anno (-3,0%); di questi 30.113 pezzi sono stati movimentati sulla linea Brindisi-Catania e 2.200 sulla linea da/per l’Albania.
Per quanto riguarda il settore automotive, nei primi sei mesi dell’anno sono stati sbarcati 6.936 e persi 1.920 pezzi rispetto allo scorso anno.

Sempre per i primi sei mesi, la merce movimentata via ferrovia è stata pari a 1.844.044 tonnellate, in linea con lo scorso anno.
I TEUs movimentati sono stati 8.279 (3.631 in e 4.648 out), contro i 8.588 dello scorso anno
(-3,6%).


© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Porti

ravenna / "Necessaria la Stazione marittima di polizia di frontiera"

L'esigenza del porto espressa al questore Bignardi dagli agenti marittimi

ravenna / De Micheli in visita al Tcr

Confronto sulle tematiche del traffico container

ravenna / Rossi: "Pronti per la manutenzione dei fondali portuali"

Incontro con la ministra De Micheli. Pressing anche su Anas e Ferrovie

REM 2020

Interviste ed Eventi

interviste / Ottolenghi (Confindustria): “L'aumento dell'Ires del 3,5% avvilisce le categorie interessate”

interviste / Nicolini (Confetra): "Agorà 2019 con il ministro De Micheli"

interviste / Maioli (Dinazzano Po): “Ferrobonus, il contributo che rilancia il treno”

interviste / Masucci: “Con il Fondo F2i pronti a rafforzare il sistema delle infrastrutture portuali”

interviste / Mazzotti (LegaCoop): “Gara d'appalto Progetto Hub, le nostre Coop pronte a partecipare”

CSRBanca Popolare di RavennaSfacsLe Navi - SeawaysSersCasadei GhinassiSpedizionieri internazionali RavennaTCR IntercontinentalErmareCiclatCNA RavennaCassa di Risparmio di Ravennacz lokoSimapConsar RavennaColumbia TranspostFioreSecomarAgmarNadepAngopiConfartigianato RavennaServizi tecnico-nauticiT&CRomagna AcqueCorship spaBperExportcoopCompagnia Portuale RavennaviamarTramacoMartini VittorioambienteMacportCNA Imprese