Interviste

ravenna 05 ottobre 2015

Matteucci (Sindaco Ravenna): “Servono escavi più veloci e progetti realizzabili”

05 ottobre 2015 - ravenna - Il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, insieme al vice sindaco Giannanotnio Mingozzi, sta incontrando imprenditori, sindacati e associazioni per raccogliere valutazioni sul nuovo progetto di escavo dei fondali. Lo abbiamo intervistato.
Sindaco Matteucci, cosa non la convince del progetto 'rivisto' sull'escavo dei fondali?
“Ci siamo immediatamente messi al lavoro nel pomeriggio del 21 ottobre, dopo che nel comitato portuale della mattina abbiamo avuto tutte le carte per la prima volta. Quindi, non sono in grado di dare una risposta completa alla sua domanda. Posso dirle quello che certamente mi convince: escludere le aree denominate logistica 3 e 4 e s3 come aree di deposito dei fanghi ed escludere alcune casse di colmata incluse nella prima versione del progetto; l'ipotesi di scavare a 12,50 metri fino a San Vitale, di rimodulare ma confermare gli escavi a 14,50 metri alla penisola Trattaroli.
Posso dirle ciò che mi appare critico: una parte dei fanghi va scavata in tempi molto più veloci. Poi va subito programmata la procedura di manutenzione ordinaria, perché non si ripetano le lentezze del caso del dosso. Sappiamo che una nuova burrasca può ricreare il problema: il porto non se lo può permettere”.
Il presidente Di Marco non sembra più godere della fiducia degli enti che lo hanno indicato per la nomina. È così?
“Confido che il presidente Di Marco lavori bene nel breve periodo che ci separa dalla conclusione del suo mandato”.
Si corre il rischio che si fermi tutto l'iter (Di Marco ha detto 'fermo la macchina') fino al 28 febbraio, data in cui termina il primo mandato dell'attuale presidente?
“Il presidente ha parlato di 'concertazione necessaria'. Bene, non aspettiamo Godot. Lavoriamo per definire un progetto realizzabile, che non va a sbattere come la prima versione”.
Non le chiedo nomi, ma qual è l'identikit del nuovo presidente dell'Ap?
“Chiaro che avremo un nuovo presidente. Non partecipo a toto-nomi”.
Ne parlerà con Delrio il 10 novembre?
“Con il ministro Delrio io parlo di tutto, come dimostra la conferma dell'autonomia dell'Autorità portuale di Ravenna. Il 10 no, non se ne parla, si parla solo del progetto di escavi”.



© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Interviste ed Eventi

interviste / Poggiali: “Pesanti disservizi negli uffici periferici dello Stato”

interviste / Belletti: "Va risolta la carenza di organico della sanità marittima"

interviste / D'Agostino (Assoporti): "Nelle AdSP coinvolgere gli enti locali"

interviste / Fagnani (Ass.LL.PP.): "Ecco la via ferrata"

interviste / Rubboli (PRProgress): "Un solo varco crea problemi di sicurezza"

CONFETRA RAVENNA 14 OTTOBRE
ExportcoopBanca Popolare di RavennaSpedizionieri internazionali RavennaNadepSimapRomagna AcqueCNA ImpreseambienteFioreSfacsCasadei GhinassiConfartigianato RavennaCassa di Risparmio di RavennaIntercontinentalSecomarConsar RavennaMacportTCR Martini VittorioCorship spaAngopiLe Navi - SeawaysServizi tecnico-nauticiCNA RavennaAgmarT&Ccz lokoErmareCompagnia Portuale RavennaSersviamarCiclatTramacoColumbia TranspostBperCSR