ENI Cafè

Interviste

ravenna 11 giugno 2021

De Pascale: “Le crociere hanno attraversato un periodo complicato, ma è arrivata l’ora della ripartenza”

11 giugno 2021 - ravenna - Il sindaco de Pascale: “Essere home port porterà benefici diffusi. Soluzione sostenibile per il traffico a Porto Corsini”
Proprio nell’anno più nero dell’economia, arriva la notizia di un ritorno di interesse delle grandi compagnie armatoriali a investire nel terminal crociere di Ravenna con prospettive molto interessanti.
Ravenna è ‘pronta’ per tornare a giocare un ruolo di primo piano nel settore? Ne abbiamo parlato con il sindaco Michele de Pascale.


“Abbiamo attraversato un momento veramente molto complicato, che ha messo a dura prova la nostra economia e le nostre imprese, ma sono certo che abbia pagato la scelta di continuare, nonostante le difficoltà, con il lavoro di valorizzazione e promozione del nostro straordinario territorio, che mette a disposizione un’offerta incomparabile e sempre più attrattiva in termini di patrimonio monumentale e museale, di calendario teatrale, musicale e artistico, di ricchezza naturale e ambientale, di esperienza balneare. Non abbiamo mai smesso di impegnarci per prenderci cura delle risorse uniche del nostro territorio, facendole crescere e prosperare.
Oltre a ciò, per giocare un ruolo di primo piano nella gestione e nell’accoglienza delle crociere è importante che le istituzioni siano presenti e coese e che ci sia un dialogo costante con i territori coinvolti, su questo insieme all’Autorità di Sistema Portuale abbiamo lavorato moltissimo.
Ravenna è pronta, anzi prontissima”.

Ravenna, secondo il project financing proposto da Royal Caribbean, sarà home port. Qui i turisti si imbarcheranno e sbarcheranno, creando un indotto anche maggiore. Occorrerà un impegno collettivo per far trovare la città d’arte, ma anche i lidi, all’altezza della situazione. Cosa ne pensa?
“La realizzazione della nuova stazione marittima dedicata alle crociere nel porto di Ravenna farà compiere al nostro turismo e commercio un importantissimo salto di qualità.
La chiave di volta sarà rappresentata dal fatto che il nostro scalo diventerà un vero e proprio home port, punto di inizio e fine crociera e non solo di transito, con evidenti ricadute economiche positive per tutto il territorio.
Il nuovo terminal sarà realizzato nel contesto degli ingenti investimenti che si stanno facendo per riqualificare tutti i nostri lidi (in tal senso va anche l'intervento di elettrificazione delle banchine di Porto Corsini) e della grande visibilità nazionale e internazionale generata dal lavoro fatto in occasione delle celebrazioni dantesche, che certamente hanno contribuito a rendere competitiva e attrattiva l’offerta di Ravenna per Royal Caribbean, leader a livello mondiale nel settore delle crociere”.

Venezia è solo un concorrente o potrebbe diventare un alleato?
“Venezia per noi può rappresentare una grandissima opportunità e in questo senso è senz’altro importante che diventi un’alleata, su ciò siamo già al lavoro. L’obiettivo sarà consolidare un percorso di collegamento tra Ravenna e Venezia, come grande link di visita congiunta”.

Va risolto il nodo viabilità dentro Porto Corsini. Ci sono già delle ipotesi progettuali?
“La progettazione della nuova Stazione Marittima sarà realizzata in armonia con il progetto del Parco delle Dune a Porto Corsini, che riqualifica e valorizza l’area retrostante il terminal, con l’obiettivo di conciliare le funzioni crocieristiche con il contesto urbano.
La proposta presentata guarda con grande attenzione ai temi della sostenibilità ambientale e ha alla base un’analisi molto approfondita del contesto territoriale nel quale dovrà essere inserita. Il progetto contiene, infatti, approfondimenti molto dettagliati sull’impatto che la presenza del terminal potrà avere sulla viabilità locale e prevede la realizzazione di un percorso alternativo che alleggerisca il traffico per raggiungere e lasciare la zona del terminal”.

È auspicabile che qualche crociera arrivi già quest’anno, in ogni caso la programmazione del 2022 potrebbe essere legata alla prosecuzione delle celebrazioni dantesche?
“La programmazione degli arrivi e delle partenze delle crociere viene fatta con largo anticipo, normalmente di due anni in due anni.
Naturalmente il proseguo delle celebrazioni dantesche rappresenta uno straordinario valore aggiunto rispetto a un’offerta già molto ricca e variegata del territorio dal punto di vista culturale, artistico, ambientale e balneare.
Più in generale il legame di Ravenna con Dante, valorizzato, arricchito e promosso attraverso tutte le iniziative delle celebrazioni, sicuramente potrà rappresentare uno dei driver più importanti per portare i croceristi in città”.



© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Interviste ed Eventi

interviste / Cozza (Cisl): «Dal porto di Ravenna 1 miliardo annuo allo Stato Ma alla carenza di organico della Dogana non pensano»

Cozza (Cisl): «Dal porto di Ravenna 1 miliardo annuo allo Stato Ma alla carenza di organico della Dogana non pensano»

interviste / Cirilli (Petrokan) Secomar e Ambiente Mare nell'orbita Itelyum

Cirilli (Petrokan) Secomar e Ambiente Mare nell'orbita Itelyum

interviste / Rossi (AdSP) “Gli investitori attratti dalla strategicità del nostro porto. Acceleriamo sull’escavo”

Rossi (AdSP) “Gli investitori attratti dalla strategicità del nostro porto. Acceleriamo sull’escavo”

interviste / Export con il nuovo Terminal Container un ruolo di primo piano

Export con il nuovo Terminal Container un ruolo di primo piano

interviste / La coesione del cluster portuale supererà ogni difficoltà

La coesione del cluster portuale supererà ogni difficoltà

AcmarItalmetFedepilotiCompagnia Portuale RavennadragaggiConsar RavennaExportcoopSpedizionieri internazionali RavennaAngopiColumbia TranspostCassa di Risparmio di RavennaCorship spaSersviamarLe Navi RavennaRomagna AcqueNadepSecomarCasadei GhinassiOlympiaGrimaldiT&CFioreIntercontinentalMartini VittorioVianelloCNA partiConfartigianato RavennaCSRAgmarSimapServizi tecnico-nauticiTCR TramacoSfacsBperSagemArco LavoriCiclatMacportConfcommercio Ravennacz loko