Porti

ravenna 24 aprile 2019

Mercantile tocca il fondale in avamporto

I problemi legati all'insabbiamento della canaletta

24 aprile 2019 - ravenna - Un mercantile della Valletta, in navigazione all'altezza del terminal crociere, ha toccato il fondale questa mattina sollevando la sabbia visibile fino in superficie. La presenza dei rimorchiatori gli ha comunque consentito di superare l'ostacolo e di arrivare al terminal di destinazione.

La canaletta di accesso al canale portuale è infatti intasata da 150 mila metri cubi di sabbia. L’iter burocratico del Codice appalti prevede che prima di fine maggio la draga non possa essere operativa, per un lavoro che durerà un paio di settimane.


© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Porti

ravenna / In agosto il recupero della Berkan B 11/07/2020

A fine mese l'ultima conferenza dei servizi per il via libera al progetto

ravenna / L'assessore Corsini visita Sapir e Tcr 10/07/2020

E' stato fatto il punto sugli investimenti in corso da parte delle due società

roma / Dl Rilancio, 10 milioni ad ogni Adsp 09/07/2020

Approvato dalla Camera un odg. Da domani iter al Senato

Interviste ed Eventi

interviste / Fabbri (ITL): “Subito al lavoro sulla ZLS” 21/05/2020

interviste / Licciardi (ANACER): 'Import cereali in tensione per la situazione internazionale e la logistica" 16/03/2020

interviste / Maioli (Dinazzano PO): “Accelerare sul ferrobonus” 15/03/2020

interviste / Rosetti (CONSAR): “Situazione incerta e preoccupante. Contro il Coronavirus serve una regia unica” 14/03/2020

interviste / Corsini (Regione E.R.): “Buone notizie per i 2 scali merci e riprendiamo l’idea della E55" 13/03/2020

ExportcoopConsar RavennaMartini VittorioAcmarSfacsBperviamarGrimaldiCompagnia Portuale RavennaTramacoSersColumbia TranspostCNA ImpreseTCR FioreAgmarCasadei Ghinassicz lokoServizi tecnico-nauticiLe Navi - SeawaysCiclatSimapCassa di Risparmio di RavennaErmareCorship spaSecomarNadepConfartigianato RavennaCSRRomagna AcqueAngopiCNA RavennaIntercontinentalMacportT&CSpedizionieri internazionali Ravennaambiente