Porti

fiume 11 agosto 2019

Fiume, boom di container

E' il porto con la migliore performance nell'Alto Adriatico

11 agosto 2019 - fiume - In crescita il traffico dei container nel porto di Fiume, mentre portarinfuse e tanker continuano a essere rari. Lo scalo container in Brajdica sta migliorando la movimentazione di mese in mese. Quello di luglio è stato il miglior mese di sempre, con 26.400 Teu, pari a un +36% rispetto al luglio dello scorso anno. In tutto il 2019 - prendendo in esame il periodo compreso tra il primo gennaio e il 31 luglio - nell’area di Brajdica i Teu in arrivo e partenza sono stati 156.400, cifra superiore del 20% nei riguardi dei primi sette mesi dell'anno scorso.

Grazie a questi numeri, il porto di Fiume si è piazzato al primo posto tra quelli nordadriatici, almeno quanto a percentuali. Lo stesso mese di luglio ha infatti fatto registrare una flessione del 3,3% su base annua per il terminal di Capodistria, mentre quello di Trieste ha avuto un aumento del 9,9 punti. «L’incremento registrato si deve alle grandi compagnie mondiali», ha commentato Žarko Acinger, direttore commerciale della concessionaria Adriatic Gate Container Terminal, citando Maersk, Cma Cgm e Cosco.

Il settore container con i suoi incrementi ha rappresentato però l’unica nota positiva per lo scalo fiumano. Nei primi sette mesi è stata rilevata la movimentazione di 6,5 milioni di carichi vari, cifra che si è tradotta in un -13% rispetto allo stesso periodo del 2018. Una flessione ragguardevole, che ha visto fra i protagonisti negativi il porto petroli Janaf, nei pressi di Castelmuschio (Omišalj), sull'isola di Veglia. Tra gennaio e luglio, il porto petroli ha rilevato 3,5 milioni di tonnellate di derivati petroliferi. Il paragone annuo ha evidenziato il 25 per cento in meno, un “buco” che risulterà assai
difficile colmare entro la fine dell’anno.


A Fiume i carichi generali, con 248 mila tonnellate, hanno denotato un calo del 12%, percentuale negativa che risulta identica a quella registrata per i carichi alla rinfusa (663 mila tonnellate). Bene invece - assieme al traffico container - il traffico di legnami, che ha fatto registrare 229 mila tonnellate per un aumento del 12%.


© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Porti

ravena / Mingozzi (TCR): "Grave errore i nuovi balzelli sui porti"

Invece di difendere shipping e logistica prevale il saccheggio

roma / Cancellata la tassa sui container

L'anuncio di Raffaella Paita. Il lavoro svolto da Confetra

ravenna / Gli agenti: "Il porto unito per le nuove sfide"

Cena degli auguri dell'Asamar a Cà del Pino. Presentato il nuovo calendario delle ...

Confetra

Interviste ed Eventi

interviste / Poggiali: “Pesanti disservizi negli uffici periferici dello Stato”

interviste / Belletti: "Va risolta la carenza di organico della sanità marittima"

interviste / D'Agostino (Assoporti): "Nelle AdSP coinvolgere gli enti locali"

interviste / Fagnani (Ass.LL.PP.): "Ecco la via ferrata"

interviste / Rubboli (PRProgress): "Un solo varco crea problemi di sicurezza"

Romagna AcqueCSRServizi tecnico-nauticiIntercontinentalMartini VittorioCompagnia Portuale RavennaCorship spaSecomarBanca Popolare di RavennaCasadei GhinassiSfacsSimapT&CCNA ImpreseviamarErmareFioreColumbia TranspostCNA RavennaExportcoopNadepambienteAgmarTramacoBperConsar RavennaConfartigianato RavennaCiclatLe Navi - Seawayscz lokoMacportSpedizionieri internazionali RavennaSersAngopiCassa di Risparmio di RavennaTCR