Non fare finta di nienteEni Grande

Energia, Offshore

ravenna 24 ottobre 2020

La Bright Spark, nave per saldatori offshore

Alla banchina Piombone il mercantile che prepara supertecnici. In porto 6 mesi grazie a Fiore e alla collaborazione di tutti gli enti portuali

24 ottobre 2020 - ravenna - E’ ormeggiata alla banchina Piombone del porto di Ravenna, la nave Bright Spark della Allseas Group S.A., appaltatore offshore con sede in Svizzera specializzato in pipelay, heavylift e costruzioni sottomarine. Sosterà in porto fino all’inizio del prossimo anno.
La peculiarità della nave è quella di fungere da centro di addestramento e sviluppo galleggiante per saldatori specializzati in operazioni di posa tubi in campi offshore. A bordo si trovano 60 membri di equipaggio di cui 35 saldatori specializzandi.

La Bright Spark è lunga 130 m, larga 19 m, è definita ‘nave da carico generale’, è dotata di stazioni di saldatura manuali ed automatiche, doppia stazione di giunzione, area di taglio e smussatura, area di prova. Tutto il processo di addestramento e qualificazione verrà eseguito all'interno della stiva della nave. Bright Spark è stata progettata per essere completamente autosufficiente, con gru e ponte elevatori propri per tutte le attività logistiche.

L’attività di formazione si ripercuote positivamente anche sulla città interessando operatori portuali, alberghi, taxi, forniture di ricambi e di viveri. La ‘Bright Spark’ si avvale del supporto di Fiore Casa di Spedizioni e Agenzia Marittima.
“Per i prossimi sei mesi, dice il comandante della nave Szymon Nowakowski, Ravenna sarà nuovamente il porto base per le nostre operazioni di training e ne siamo contenti.
Dice Allseas: “Dopo le nostre prime toccate molto positive con la Bright Spark e la nostra nave posatubi Audacia a Ravenna, ci siamo sentiti sicuri di tornare di nuovo al porto di Ravenna. Apprezziamo il buon supporto del nostro agente Fiore e delle autorità portuali, e siamo lieti di tornare in un porto ben noto per noi".

“La Bright Spark è già stata nel porto di Ravenna nel 2019 – spiega Manlio Fiore dell’omonima agenzia che segue la nave – e i manager hanno conservato un’ottima opinione dello scalo e della città. Tutto questo nonostante la pandemia Covid-19 che ha complicato la presente toccata che in marzo era stata cancellata. Il management della Allseas, dopo le dovute valutazioni, ha espresso parere favorevole al ritorno della nave a Ravenna in quanto lo ritengono un porto molto sicuro e gestito da autorità competenti ed affidabili”.

Allseas è un gruppo internazionale che opera nel settore oil&gas, dove Ravenna ha sempre avuto un ruolo internazionale che spero possa tornare ad avere molto presto. Se abbiamo la Bright Spark qui a Ravenna, lo dobbiamo certamente all’efficienza di Capitaneria di porto, Autorità di sistema portuale e di tutti i servizi coinvolti per la miglior riuscita del soggiorno della nave.

Daniele Rossi, presidente dell’Adsp commenta: “La presenza della Bright Spark nel porto di Ravenna è motivo di soddisfazione perché l’armatore Allseas è uno dei principali player nel settore delle installazioni offshore. Qui ‘gioca in casa’, perché nella nostra città si è sviluppato un polo legato alle attività offshore di livello internazionale. Ma la presenza della Bright Spark testimonia anche la versatilità del nostro porto, la disponibilità di banchine e aree che ne garantiranno lo sviluppo futuro grazie agli investimenti per l’approfondimento dei fondali, nuove banchine e aree per la logistica”.

Il sindaco Michele de Pascale: “È la seconda volta che questa nave viene a Ravenna per un lungo periodo. Ciò conferma che i servizi portuali di cui si avvale sono di primissimo livello e, anche, che la città è ospitale, capace di accogliere quei lavoratori che sono per lungo tempo lontani da casa. Senza contare ricadute positivi su alberghi, ristoranti, attività portuali. Nella nave si fa formazione professionale. Può essere certamente un’occasione anche per i nostri studenti degli istituti tecnici per confrontarsi con metodi didattici nuovi e tecniche d’avanguardia.”


© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Energia, Offshore

ravenna / Roca: un tavolo unico per gas, rinnovabili, decommissioning 23/11/2020

Nanni: "Dal Mise nessuna novità dopo le richieste di Ravenna del 24 febbraio"

ravenna / Economia circolare, nasce società Eni-Hera 20/11/2020

Piattaforma a Ponticelle per recuperare materia e energia da rifiuti speciali. Fotovoltaico ...

ravenna / Tcr, componenti Righini per pale eoliche spediti in Scozia 19/11/2020

Confermate le capacità del terminal nei carichi eccezionali

Interviste ed Eventi

interviste / Fabbri (ITL): “Subito al lavoro sulla ZLS” 21/05/2020

interviste / Licciardi (ANACER): 'Import cereali in tensione per la situazione internazionale e la logistica" 16/03/2020

interviste / Maioli (Dinazzano PO): “Accelerare sul ferrobonus” 15/03/2020

interviste / Rosetti (CONSAR): “Situazione incerta e preoccupante. Contro il Coronavirus serve una regia unica” 14/03/2020

interviste / Corsini (Regione E.R.): “Buone notizie per i 2 scali merci e riprendiamo l’idea della E55" 13/03/2020

CiclatExportcoopCorship spaIntercontinentalNadepTCR cz lokoCNA ImpreseMartini VittorioCasadei GhinassiSecomarSimapCompagnia Portuale RavennaSfacsColumbia TranspostCSRCassa di Risparmio di RavennaAngopiLe Navi - SeawaysFioreTramacoServizi tecnico-nauticiSpedizionieri internazionali RavennaviamarAcmarGRIMALDIMacportCNA RavennaConsar RavennaT&CAgmarBperSersRomagna AcqueConfartigianato RavennaErmareambiente