ENI Cafè

Porti

roma 13 settembre 2021

Anacer: cala l'import di cereali, ma cresce il valore

Calo dell’export di pasta, prodotti trasformati e riso

13 settembre 2021 - roma - Import di cereali in diminuzione in quantità ma in aumento in valore in Italia negi primi sei mesi del 2021, mentre l’export cala sia in valore sia in quantità: una diminuzione dovuta principalmente al calo dell’export di pasta, prodotti trasformati e riso. E’ l’analisi fatta da Anacer sulla base dei dati provvisori Istat.

Nel periodo, le importazioni in Italia nel settore dei cereali, semi oleosi e farine proteiche sono risultate in diminuzione nelle quantità di 632.000 tonnellate (-5,8%) ed in aumento nei valori di 316,2 milioni di euro (+10,6%), rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

La riduzione delle quantità è dovuta principalmente ai minori arrivi di grano tenero (-318.000 t, -14%) e di grano duro (-363.000 t, -23%). Risulta diminuire anche l’import di mais di 169.000 t (-5,6%) ed altri cereali minori (-23.000 t, -23%). Tra gli altri prodotti va segnalato l’incremento degli acquisti dall’estero di mangimi a base di cereali (+28%) e dei prodotti trasformati/sostitutivi (+5%). Relativamente al riso (considerato nel complesso tra risone, semigreggio, lavorato e rotture di riso), con circa 124.000 t, le quantità importate si confermano ai livelli dello scorso anno. Il totale dei semi oleosi aumenta di 180.000 t (+13%), mentre per le farine proteiche vegetali si registra una flessione di 18.000 t (-1,5%).

Le esportazioni dall’Italia nel primo semestre 2021 si riducono nelle quantità di 283.000 tonnellate (-11,2%) e nei valori di 124,5 milioni di euro (-5,9%), rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Risultano diminuire le vendite all’estero di pasta (-213.000 t, pari a -158 milioni di euro rispetto all’anno precedente), dei prodotti trasformati (-25%) e del riso (-12%, considerato nel complesso tra riso lavorato, semigreggio e risone). Segnano un incremento invece le quantità esportate di farina di grano tenero (+14.700 t, +16%), di cereali in granella (+92.500 t, di cui +79.000 t di grano duro) ed in misura minore della semola di duro (+2%) e dei mangimi a base di cereali (+4,9%)

I movimenti valutari relativi all’import/export del settore cerealicolo hanno comportato nei primi sei mesi del 2021 un esborso di valuta pari a 3.309,7 milioni di euro (2.993,5 nel 2020) ed introiti per 1.988,8 milioni di euro (2.113,3 nel 2020). Pertanto il saldo valutario netto è pari a -1.320,9 milioni di euro, contro -880,2 milioni di euro nel 2020.


© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Porti

ravenna / Rojen, in corso lo sbarco della farina di mais alla Docks Cereali

All'operazione presenti ambasciatore e console dell'Ucraina

Rojen, in corso lo sbarco della farina di mais alla Docks Cereali

All'operazione presenti ambasciatore e console dell'Ucraina

ravenna / La Rojen è entrata nel Candiano 6 minuti dopo la mezzanotte di oggi, sabato 13 agosto. Alle 00:58 ha attraccato alla Docks Cereali. FOTO

Si tratta del primo convoglio commerciale che raggiunge l’Italia dopo lo sblocco ...

La Rojen è entrata nel Candiano 6 minuti dopo la mezzanotte di oggi, sabato 13 agosto. Alle 00:58 ha attraccato alla Docks Cereali. FOTO

Si tratta del primo convoglio commerciale che raggiunge l’Italia dopo lo sblocco ...

ravenna / L'ambasciatore ucraino Melnyk ad accogliere la Rojen

Attesa al porto di Ravenna al terminal Docks Cereali. Incontro in municipio con il ...

L'ambasciatore ucraino Melnyk ad accogliere la Rojen

Attesa al porto di Ravenna al terminal Docks Cereali. Incontro in municipio con il ...

Interviste ed Eventi

interviste / Il comandante Sciarrone lascia Ravenna. Arriva Francesco Cimmino comandante a Savona

Il comandante Sciarrone lascia Ravenna. Arriva Francesco Cimmino comandante a Savona

interviste / Belletti: «Il futuro degli spedizionieri? A breve capiremo se serviranno aggregazioni, spinta digitale o altro»

Belletti: «Il futuro degli spedizionieri? A breve capiremo se serviranno aggregazioni, spinta digitale o altro»

interviste / Bissi: “Lampade Led nelle torri faro per risparmiare energia. Il 2021 vede Grimaldi in aumento del 14,20%

Bissi: “Lampade Led nelle torri faro per risparmiare energia. Il 2021 vede Grimaldi in aumento del 14,20%

interviste / Rosetti: “Prendiamo spunto dalla crisi energetica per riformare l'autotrasporto in tre punti”

Rosetti: “Prendiamo spunto dalla crisi energetica per riformare l'autotrasporto in tre punti”

interviste / Grimaldi: «Nave imponente e a zero emissioni in porto grazie a batterie al litio e pannelli solari»

Grimaldi: «Nave imponente e a zero emissioni in porto grazie a batterie al litio e pannelli solari»

Servizi tecnico-nauticiColumbia TranspostCasadei GhinassiGrimaldiItalmetSimapCompagnia Portuale Ravennacz lokodragaggiCNA partiSfacsOlympiaConfartigianato RavennaCassa di Risparmio di RavennaTCR Romagna AcqueBperviamarSpedizionieri internazionali RavennaMartini VittorioAngopiAcmarT&CLe Navi - SeawaysTramacoNadepConsar RavennaSersSagemExportcoopFedepilotiCSRIntercontinentalMacportFioreCorship spaSecomarConfcommercio RavennaArco LavoriVianelloCiclatAgmar