ENI Cafè

Porti

roma 13 settembre 2021

Anacer: cala l'import di cereali, ma cresce il valore

Calo dell’export di pasta, prodotti trasformati e riso

13 settembre 2021 - roma - Import di cereali in diminuzione in quantità ma in aumento in valore in Italia negi primi sei mesi del 2021, mentre l’export cala sia in valore sia in quantità: una diminuzione dovuta principalmente al calo dell’export di pasta, prodotti trasformati e riso. E’ l’analisi fatta da Anacer sulla base dei dati provvisori Istat.

Nel periodo, le importazioni in Italia nel settore dei cereali, semi oleosi e farine proteiche sono risultate in diminuzione nelle quantità di 632.000 tonnellate (-5,8%) ed in aumento nei valori di 316,2 milioni di euro (+10,6%), rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

La riduzione delle quantità è dovuta principalmente ai minori arrivi di grano tenero (-318.000 t, -14%) e di grano duro (-363.000 t, -23%). Risulta diminuire anche l’import di mais di 169.000 t (-5,6%) ed altri cereali minori (-23.000 t, -23%). Tra gli altri prodotti va segnalato l’incremento degli acquisti dall’estero di mangimi a base di cereali (+28%) e dei prodotti trasformati/sostitutivi (+5%). Relativamente al riso (considerato nel complesso tra risone, semigreggio, lavorato e rotture di riso), con circa 124.000 t, le quantità importate si confermano ai livelli dello scorso anno. Il totale dei semi oleosi aumenta di 180.000 t (+13%), mentre per le farine proteiche vegetali si registra una flessione di 18.000 t (-1,5%).

Le esportazioni dall’Italia nel primo semestre 2021 si riducono nelle quantità di 283.000 tonnellate (-11,2%) e nei valori di 124,5 milioni di euro (-5,9%), rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Risultano diminuire le vendite all’estero di pasta (-213.000 t, pari a -158 milioni di euro rispetto all’anno precedente), dei prodotti trasformati (-25%) e del riso (-12%, considerato nel complesso tra riso lavorato, semigreggio e risone). Segnano un incremento invece le quantità esportate di farina di grano tenero (+14.700 t, +16%), di cereali in granella (+92.500 t, di cui +79.000 t di grano duro) ed in misura minore della semola di duro (+2%) e dei mangimi a base di cereali (+4,9%)

I movimenti valutari relativi all’import/export del settore cerealicolo hanno comportato nei primi sei mesi del 2021 un esborso di valuta pari a 3.309,7 milioni di euro (2.993,5 nel 2020) ed introiti per 1.988,8 milioni di euro (2.113,3 nel 2020). Pertanto il saldo valutario netto è pari a -1.320,9 milioni di euro, contro -880,2 milioni di euro nel 2020.


© copyright Porto Ravenna News
CONDIVIDI

Altro da:
Porti

roma / Santi (Federagenti): "Basta alle politiche di pseudo sostenibilità ambientale"

“L’Italia riscopra il mare l’unico vero green deal del paese”

Santi (Federagenti): "Basta alle politiche di pseudo sostenibilità ambientale"

“L’Italia riscopra il mare l’unico vero green deal del paese”

ravenna / Lungo servizio di RaiNews24 dedicato al porto

Tutte le interviste alle 17,30 sul canale 48 del digitale terrestre

Lungo servizio di RaiNews24 dedicato al porto

Tutte le interviste alle 17,30 sul canale 48 del digitale terrestre

ravenna / Confindustria: "I dati positivi del porto danno fiducia"

Per il presidente Bozzi i numeri testimoniano la vitalità del tessuto romagnolo

Confindustria: "I dati positivi del porto danno fiducia"

Per il presidente Bozzi i numeri testimoniano la vitalità del tessuto romagnolo

Interviste ed Eventi

interviste / Fabbri (ITL): “Subito al lavoro sulla ZLS”

Fabbri (ITL): “Subito al lavoro sulla ZLS”

interviste / Licciardi (ANACER): 'Import cereali in tensione per la situazione internazionale e la logistica"

Licciardi (ANACER): 'Import cereali in tensione per la situazione internazionale e la logistica"

interviste / Maioli (Dinazzano PO): “Accelerare sul ferrobonus”

Maioli (Dinazzano PO): “Accelerare sul ferrobonus”

interviste / Rosetti (CONSAR): “Situazione incerta e preoccupante. Contro il Coronavirus serve una regia unica”

Rosetti (CONSAR): “Situazione incerta e preoccupante. Contro il Coronavirus serve una regia unica”

interviste / Corsini (Regione E.R.): “Buone notizie per i 2 scali merci e riprendiamo l’idea della E55"

Corsini (Regione E.R.): “Buone notizie per i 2 scali merci e riprendiamo l’idea della E55"

Confcommercio RavennaMacportBperIntercontinentalCassa di Risparmio di RavennaItalmetSecomarConsar RavennaArco LavoriCiclatSagemFedepilotiCompagnia Portuale RavennaLe Navi - SeawaysT&CTramacoServizi tecnico-nauticiNadepVianelloRomagna AcqueAcmarConfartigianato RavennaAgmarviamarCasadei GhinassiOlympiaCNA RavennaFioreCorship spaExportcoopColumbia TranspostCNA ImpreseAngopiTCR Martini VittorioCSRGrimaldicz lokoSpedizionieri internazionali RavennaSfacsSimapSers